martedì 3 luglio 2012

Una palla trasgressiva e bagagli

Ultimo giorno di Esami e domani si fanno i bagagli!


Già di mio ho sempre odiato fare i bagagli; l'idea di dover pensare in anticipo che cosa dovrò indossare nelle successive settimane mi fa girare la testa; io, che decido sempre all'ultimo momento cosa mettermi. E poi, se fa freddo? E se fa caldo? E se piove? Questi erano i problemi fino a qualche anno fa.
Adesso i problemi non sono cambiati: sono solo aumentati!
Adesso ci sono due bambini ed un marito. Adesso se fa freddo, se fa caldo, se piove… tutto è moltiplicato per quattro. In più se una volta me la cavavo con una confezione di Aspirina e una di Dissenten (in vacanza non si sa mai), adesso ho un beauty pieno zeppo di medicinali, altro che prodotti di bellezza o bigiotteria, quelli al limite si sceglie di lasciarli a casa (anche in vacanza sig!). E come la mettiamo con i passatempi? I giochi ovviamente vanno portati, da esterno e da interno. Quindi via a secchielli, palette, formine, fucili ad acqua, però se piove servono anche libri, qualche macchinina e qualche Barbie, e gli attrezzi? E vuoi non portare qualcuno dei regali appena ricevuti da Barbaforte? E, infine, se piove per tutto il mese di luglio (come l’anno scorso) pitture, colori e qualche DVD. E come la mettiamo con la settimana in montagna per la quale partiremo direttamente dal lago? Scarponi, racchette, golfini, calzettoni, berretti. E giù valigie!
Tuttavia, se i problemi si riducessero a questi non sarebbe grave. Basta qualche lista, un po’ di organizzazione e un bagagliaio abbastanza capiente (abbiamo pure il cofano da mettere sopra); e questa volta, finalmente, non abbiamo passeggino da trekking, zaino porta bambino da montagna e coppia di lettini da campeggio!
Ma è qui che interviene il problema più grande, lui, Barbapapà.
Barbapapà si estranea completamente da tutta la fase progettuale, del resto lui non viene con noi a luglio, resta a lavorare e non pensa che io oggi devo anche pensare ai bagagli di quando partiremo con lui per la montagna. Lui interverrà ad agosto, quando dovrà prendere tutte le valigie e le borse preparate da me con una densità interna degna di un blocco di marmo e stiparle in macchina. Qui comincerà a bofonchiare, ma non siamo ancora all’apice, perché alla vetta ci si avvicinerà quando dovremo fare i bagagli al ritorno, quando constaterà che, avendo piovuto tutta la settimana in montagna, non abbiamo usato i pantaloncini corti e dirà: “Certo che i pantaloncini corti e le canotte potevi evitarle, anche la crema solare mi sembra superflua!”. Grazie tante!
Vi state chiedendo quando si arriva all’apice? A novembre, quando una sera andremo a letto e, una volta spenta la luce, nel silenzio totale, lui mi farà una carezza e mi dirà: “Certo amore che per la montagna avevi fatto davvero troppi bagagli!”
Comunque, tornando a noi, oggi è martedì ed è tempo di Parola di Bimbo
Barbabella al parco giochi sta giocando con una palla rosa decorata con i disegni delle principesse Disney. Ad un certo punto la mette sull’altalena dei piccoli e comincia a spingerla, poi chiama la nonna: “Nonna guarda che bella la mia bambina, è tutta rosa, tutta pelata e tutta piena di tatuaggi!”

a presto!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Metti in valigia anche i miei auguri di buone vacanze.....Fabia

la Ste ha detto...

Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...