lunedì 3 settembre 2012

Tutti a scuola con gli astucci

Festeggio con questo il mio centesimo post!
Tanti auguri a me!

Come avrete notato le mie pubblicazioni si sono molto diradate: è la scuola che ricomincia e che mi chiama al lavoro, quindi d'ora in avanti le mie pubblicazioni saranno un po' più distribuite nel corso della settimana, ma comunque selezionate; alla fine il blog è un hobby e quindi è giusto dedicargli il tempo libero, se no che hobby/divertimento è? Comunque di idee in pentola ce ne sono e anche parecchie, non preoccupatevi!
E proprio in tema con l'inizo della scuola ecco un post legato al rientro tra i banchi.

Questa volta ho prodotto degli astucci per matite e pennarelli (ma anche come trusse vanno bene), dopo due prove il terzo mi sembra venuto abbastanza bene, la parte più complessa è stata capire come gestire l'inizio e la fine della cerniera, infatti nei primi due esemplari queste parti non sono molto riuscite, nel terzo mi pare di sì.
Comunque provate a farli, vedrete che sono davvero semplici, anche per chi sta decidendo di imparare a cucire (vero Fabia e Martina?).

Dovrete procurarvi una cerniera da dodici centimetri e due tessuti, uno per la fodera e uno per l'esterno. Io li ho scelti in modo che fossero interscambiali. Mi spiego meglio, l'astuccio non è double face, ma la stoffa che ho scelto per la fodera la posso usare anche per un altro astuccio come parte esterna.

Tagliate due trapezi per ogni tessuto in modo che la base minore abbia la stessa lunghezza della cerniera. Questi saranno il davanti e il dietro dell'astuccio, poi piegate in due ciascuno dei due tessuti e tagliate una forma simile a quella riportata in figura, in modo che aprendo poi le stoffe si ottenga una figura che è il doppio di quella rappresentata. Il lato lungo del rettangolo rappresentato deve essere pari a metà del lato lungo del trapezio. I lati obliqui devono essere pari alla lunghezza dei lati obliqui del trapezio tagliato prima. Si è ottenutoa così la parte che fa da base e da lato.
Qualunque decorazione vogliate applicare all'astuccio fatelo prima di cominciare a cucire. Io per esempio ho fatto la taschina in quello azzurro e la lettere A in quello giallo (specifiche richieste dei committenti).Anche l'eventuale etichetta va fissata adesso.
Poi prendete due dei trapezi e fissateli alla cerniera come in foto. Mettete la stoffa esterna con il diritto rivolto verso di voi, poi la cerniera al rovescio, poi la fodere con il rovescio verso di voi, fissate con gli spilli e poi cucite.


Poi fate la stessa cosa con l'altra parte della cerniera e gli altri due trapezi.

Dopo aver cucito i due trapezi, tenendo la cerniera aperta, cucite la base e i lati tenendo tutto al rovescio.
Per ottenere la concavità della base, dopo aver cucito tutto l'astuccio fate una cucitura all'interno alla base come indicato nella foto.


Poi tagliate tutto l'avanzo di stoffa e rifilate tutti i bordi con uno zig zag. Avete finito, facile no?


In realtà nessuno dei bambini aveva bisogno di un astuccio, ma quando sono stata al mercato di Intra e ho visto quel banchetto con tutte quelle cerniere colorate a 50 centesimi non ho saputo resistere. Ne ho prese dieci, queste sono solo le prime tre, le altre arriveranno!






A proposito avete riconosciuto il mio solito strofinaccio Ikea?

con questo progetto partecipo a:

A presto!

5 commenti:

Federica ha detto...

Grazie mille per questo tutorial!!! Ma lo sai che è proprio quello che cercavo, volevo fare anch'io degli astucci originali ai miei maschietti per l'inizio della scuola!!! Complimenti sono molto belli! Grazie e buon settimana!
Federica

la Ste ha detto...

Mi fa piacere essere utile. Ti consiglio di fare prima una prova per capire come gestire gli angolini agli estremi della cerniera. In pratica vanno ripiegati all'interno cucendo la fine e l'inizio della cerniera. Prova, a me ne sono servite 2 di prove. Ciao Stefania

il contatto naturale ha detto...

belli gli astucci!
non ho capto però perché metti gli spilli in quella direzione, a me è stato insegnato di metterli in direzione perpendicolare al senso di cucitura.
ciao!

la Ste ha detto...

Hai sicuramente ragione tu. Non ho mai seguito corsi o letto testi specifici e nessuno mi ha mai insegnato. Ho visto alcuni tutorial in cui gli spilli sono messi perpendicolari, ci ho provato ma con scarsi risultati. Praticamente tutto quello che faccio è a sentimento.

il contatto naturale ha detto...

Il motivo è semplice: siccome l'incontro di spillo e ago è rischioso (potrebbe rompersi l'ago), se metti lo spillo perpendicolare il rischio è minore!
=)
ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...